Raccomandazioni e considerazioni per rafforzare l’organismo in corso di epidemia virale.

A cura del Dott. Botteghin Gian Paolo  Specialista in medicina non convenzionale (Iridologia, Fitoterapia, Elettroagopuntura, Omeopatia, Omotossicologia)

CORONAVIRUS-GENERICO-3-BREAKING

Mai come in questo momento siamo tutti chiamati a prestare attenzione a tutto quello che sta accadendo intorno a noi. Da qualche giorno è scattata la massima allerta per un nuovo virus denominato Covid-19, un nuovo ceppo di Coronavirus;informazioni giornalistiche di ogni genere, comprese bufale che arrivano da ogni dove, per le quali le persone, specie quelle anziane e non addette ai lavori, fanno fatica a filtrare e separare il giusto dal non giusto; interventi da parte di specialisti di ogni grado e genere: virologi, pneumologi, farmacologi, epidemiologi, ecc, ecc, che spesso esprimono opinioni contrastanti tra loro e che contribuiscono, quindi, a creare ancora più confusione; ore ed ore di incessanti telefonate ad amici e parenti per saperne di più sul caos che si sta scatenando fuori delle nostra mura domestiche; mamme preoccupatissime per la salute dei propri figli; figli preoccupatissimi per la salute dei propri genitori anziani; corse impazzate verso supermercati, ove per entrare si presenta uno scenario da film di fantascienza, con persone in fila, abbigliate con guanti e mascherine per proteggersi dalla “peste del 2020”.

Questo è lo scenario a cui tutti noi stiamo assistendo in questo momento, ed ognuno di noi, in quanto “individuo” e portatore di un proprio retroscena personale, vive e metabolizza, attraverso una propria “chimica soggettiva”, un qualcosa che sta assumendo forme e dimensioni che non hanno più a che fare con il nostro vivere quotidiano di sempre. Tutto ciò che fino a ieri ci era consentito fare, adesso ci è stato tolto e proibito, e questo, specie in una società come la nostra, in cui il “controllo” ed il “possesso” su cose e persone, la fanno da padroni, è stata la prima cosa che ha causato a noi disagio psico/fisico. 

Da quando è stato decretato questo stato di allarme, ognuno di noi, chi più chi meno, ha iniziato a produrre, dalla midollare del surrene, due ormoni della classe delle catecolamine: adrenalina e noradrenalina, dando il via ad una cascata di reazioni biochimiche che hanno come unico risultato, quella condizione tanto nominata che si chiama “stress” e che tanto nuoce alla salute.

In questi giorni riflettevo quanto è triste constatare quanta poca importanza si stia dando a questo inevitabile effetto sul nostro organismo, ma i mass media, incuranti di tutto ciò, continuano a calcare la mano con continui bollettini di guerra che, specie per le persone anziane e sole determinano uno stato di stress elevatissimo, con conseguenze devastanti sulla salute.

Come sempre, poi, tutti gli specialisti parlano del virus, dell’agente patogeno, seminando spesso un terrore ingiustificato, ed elargendo consigli su come evitare il contagio tra individui attraverso mascherine e disinfettanti di ogni genere venduti a prezzi esorbitanti, ed ormai introvabili, ma MAI, nessuno parla a chiare lettere su come fare a rinforzare il nostro sistema immunitario, unico vero strumento in grado di preservarci da ogni genere di attacco esterno.

did-louis-pasteur-discover_18d81ef5cece0e78
Ricordo a tutti che già Pasteur (e non solo lui) affermava:”Il virus è niente, il terreno è tutto”.  
Voglio inoltre ricordare che lo stress che le persone stanno vivendo in questi giorni è legato primariamente alla “paura della morte”, e guarda caso, la paura della morte, ha come organo bersaglio, proprio il polmone, che il Covid-19 sembra prediligere.
Da specialista in medicina non convenzionale non posso fare a meno di ricordare che è necessario partire da una condizione di salute interna (sistema immunitario) per agire sulle cause derivanti dall’esterno (agenti patogeni).
Lo stress, quindi, è ormai provato da numerosissimi studi, si rivela uno dei principali fattori responsabili di deficit immunitario, e poichè in questo momento siamo tutti coinvolti dallo stress, è proprio solo ed esclusivamente sul sistema immunitario che dobbiamo concentrare la nostra attenzione, per far si che il nostro organismo non venga interessato dai sintomi di questo virus.
E’ ovvio che non posso esimermi dal consigliare di attenersi a quelle che sono le normali regole di igiene, ma questo vale per qualunque tipo di patogeno “potenzialmente pericoloso”.

 

Giunto a questo punto, ho pensato di riportare qui di seguito, un elenco di suggerimenti, a mio avviso necessari per far fronte all'attuale situazione, e per non esporsi ad ulteriori rischi derivanti da errori che possono essere commessi agendo in buona fede.

Farmaci

farmaci-1920x667
A) Allo stato attuale non esistono farmaci che possano avere azione diretta nei confronti del Covid-19.
B) Gli antibiotici hanno azione antibatterica e non antivirale
C) La somministrazione dei cortisonici ha come effetto la soppressione del sistema immunitario
D) L’utilizzo improprio di salicilati, contenuti ad esempio nella comune aspirina, che molte persone stanno acquistando in        massa presso le farmacie, possono favorire delle condizioni di iperventilazione (ricordo che molte persone stanno                    
finendo in ospedale per uso smodato di questi farmaci)

.

Gestione dell'ansia e dello stress

hand-3751159_960_720-1400x692_c
Sono numerosi i rimedi che possono essere consigliati in questo momento particolare. 
Tra i molti fitoterapici che agiscono primariamente sull’ansia, ricordo, tra i principali: TILIA TOMENTOSA; BIANCOSPINO; VALERIANA; PASSIFLORA; MELISSA; ESCOLZIA; 
Funghi terapeutici: REISHI – Ganoderma lucidum. agisce prevalentemente sullo stress, e ha, come conseguente ricaduta, una migliore qualità del sonno, agisce regolando l’ipertensione da stress. Definito dai cinesi il “fungo dell’immortalità” (consiglio di utilizzare funghi di qualità e di provenienza certa). Questo fungo è sconsigliato alle persone che assumono: anticoagulanti, antiaggreganti, ipoglicemizzanti, antipertensivi 
Aromaterapia: Lavanda, Camomilla, Incenso, Ylang Ylang, Gelsomino, Rosa (hanno tutti proprietà sedative e rilassanti)
Floriterapia: Fiori singoli e/o essenze combinate, consigliabili dopo opportuna consulenza 
Omeopatici: Consigliabili solo ed esclusivamente dopo opportuna consulenza (evitare il fai da te)
Consiglio vivamente, in questo periodo in cui si è costretti a rimanere a casa più del solito, di dedicare buona parte del proprio tempo libero a: 
1) Ascolto musica a 432 Hz (facilmente reperibile su Youtube)
2) Ascolto del suono delle campane tibetane e/o di mantra
3) Meditazione guidata / Esercizi Yoga e ginnastica a corpo libero / Esercizi di respirazione (l’attività fisica migliora sempre il sistema immunitario)
4) Letture di buoni libri
5) Buona qualità del sonno. Molto utile l’utilizzo appropriato della melatonina (acquistare solo ed esclusivamente melatonina di alta qualità, poichè una melatonina scadente può provocare danni al sistema neuroendocrino), oltre che dei fitoterapici sopra elencati.
Evitare:
1) Ascolto assiduo di telegiornali (sono un continuo bollettino di guerra)
2) Visione di film i cui contenuti possono aumentare il livello di stress
3) Utilizzo smodato di apparecchiature cellulari. Ricordo che le onde elettromagnetiche sono molto più dannose del Coronavirus (pochi ne parlano perchè non è conveniente parlarne). Evitare anche l’uso del cellulare subito prima di dormire, in quanto interferisce sulle onde cerebrali e quindi sulla qualità del sonno. Mantenere l’apparecchiatura cellulare ad almeno 1 metro di distanza dal letto.
4) Evitare l’utilizzo delle luci al neon di tipo freddo (favoriscono le depressioni), preferendo quelle calde (molto utili le lampade di sale che hanno anche effetto ionizzante)

Microbiota

microbiota-intestinale-umano-1280x720
L’affermazione di Ippocrate:”La salute dell’intero organismo parte dall’intestino” rimane un assioma che non bisogna dimenticare o sottovalutare.
Ricordo che la maggior parte del nostro patrimonio immunitario risiede nell’intestino (MALT), pertanto, è di assoluta importanza assicurare una condizione di eubiosi, ossia un buon equilibrio della flora batterica intestinale, che possa competere efficacemente con eventuali patogeni, Coronavirus compreso.
Tale condizione può essere garantita ed agevolata attraverso una corretta alimentazione ed apporto di prebiotici, ed una giusta integrazione di probiotici (fermenti lattici) di ottima qualità e carica batterica, che saranno consigliati sulla base della propria condizione fisica. 
A tal proposito, sconsiglio di ricorrere al “fai da te” perchè ricordo che anche la scelta del probiotico “giusto” ha la sua importanza, ed evita di acquistare prodotti di scarsa efficacia
ante)

Drenaggio delle tossine e depurazione

zuccari-lifestyle-depurazione-acqua
Effettuato mediante l’utilizzo di opportuni prodotti che devono essere consigliati sulla base della propria condizione fisica attuale.
L’accumulo delle tossine nel nostro organismo è il punto di partenza dello stato infiammatorio che predispone a qualunque tipo di patologia

Alimentazione

shutterstock_712080757

In questa emergenza epidemica virale può essere molto utile chiedersi come potenziare le proprie difese immunitarie con una specifica alimentazione.

Nella pratica giornaliera, semplici e pratiche raccomandazioni nutrizionali utili da seguire sono:

– Eliminazione di tutti i cibi e loro componenti in grado di produrre “infiammazione” sia intestinale che sistemica. Decisamente consigliato è quindi il ricorso a cibi di origine BIOLOGICA e BIODINAMICA. (utile eliminare il sovraccarico da tossici alimentari provenienti da agricoltura industriale e allevamenti intensivi e per evitare additivi aggiunti agli alimenti dall’industria alimentare).

– Eliminazione dei carboidrati da farine raffinate (00) e degli zuccheri semplici.

Decisamente consigliato è quindi il ricorso a legumi, cereali (alimenti ricchi di fibre insolubili come lignani e lignina, in grado di promuovere la buona salute delle nostre mucose e del microbiota)

– Aumento di Vit C e flavonoidi con frutta e verdure fresche di stagione. Consigliato inoltre il consumo di quattro porzioni giornaliere di verdura durante i pasti. (importante la presenza di fibre solubili in grado di “nutrire” specificamente i ceppi microbiotici proimmunitari (bifidobatteri) e di svolgere una consistente azione antiossidante molto utile per ridurre l’infiammazione generale dell’organismo, grazie all’elevato contenuto di flavonoidi e di Vit. C (antiossidante ma anche potente immunostimolatore)

– Aumento del consumo di Vit. E, acidi grassi insaturi e polinsaturi omega3
Decisamente consigliata è l’assunzione giornaliera di olio extravergine di oliva, pesce azzurro e semi oleosi come noci, nocciole e mandorle (l’alto contenuto in Vit E e omega 3 rende questi alimenti indispensabili protettori della integrità delle membrane cellulari e quindi in grado di contrastare la penetrazione intracellulare virale). L’uso delle mandorle è specificamente raccomandato per l’elevato contenuto di minerali, in particolare di Zinco, il più’ importante stimolatore delle difese immunitarie antivirali.

– Utilizzo di sali minerali alcalinizzanti (meglio quelli a base di sali citrati, che evitano la formazione di calcoli renali). E’ sconsigliata l’assunzione di questi sali alle persone che soffrono di insufficienza renale

Integrazione del sistema immunitario

inegratori-alimentari-funzionano

Sono davvero tanti gli integratori a cui possiamo ricorrere, e che in questo momento dovrebbero essere utilizzati, insieme ad una corretta alimentazione. Tra questi, Vi ricordo quelli a base di:

ECHINACEA – UNCARIA – ASTRAGALO – TABEBUJA – VIT. C – ROSA CANINA – ACEROLA – VIT. E – VIT. D – RAME – ZINCO – FUNGHI TERAPEUTICI – PROBIOTICI – OLI ESSENZIALI

Oli essenziali

oli2
Un validissimo aiuto deriva dall’utilizzo dagli oli essenziali, potentissimi antivirali, antibatterici, antimicotici.
Devono essere scelti ed utilizzati adeguatamente e solo dietro consiglio di un esperto, quando somministrati per via orale  
In occasione di questa emergenza sanitaria nazionale, considerate le restrizioni imposte dai decreti governativi, che non consentono facilmente gli spostamenti, sono disponibile a fornire consulenze al numero di tel. sotto riportato, per formulare il miglior protocollo personalizzato (sulla base della personale, attuale situazione di salute) in attesa di poter riavviare la mia attività, come di consueto.   
Vi ringrazio cordialmente per l’attenzione prestata, e nel consigliarvi vivamente di prendervi cura di Voi stessi e della Vostra salute, auguro a tutti di poter ritrovare quella serenit.à che ci consenta di tornare, prima possibile, a vita normale, liberi da stress e timori
 invalidanti.

Dott. Gian Paolo Botteghin 

Cell. 346-5112141

Dott. Botteghin Gian Paolo 
Specialista in medicina non convenzionale
(Iridologia, Fitoterapia, Elettroagopuntura, Omeopatia, Omotossicologia)

SanremoBio