Facebook-f


Whatsapp


Telegram


Instagram


Youtube

Balsamo di tigre

Unguento usato a scopo terapeutico

Ne esistono due varianti, rosso e bianco, che si differenziano per l’utilizzo, gli ingredienti l’utilizzo e il colore. Entrambi hanno come ingredienti mentolo in cristalli, canfora, cera d’api, olio di cajeput e olio di cannella.

Ne esistono due varianti, rosso e bianco, che si differenziano per l’utilizzo, gli ingredienti l’utilizzo e il colore. Entrambi hanno come ingredienti mentolo in cristalli, canfora, cera d’api, olio di cajeput e olio di cannella. Quello rosso contiene anche olio di cassia e la sua colorazione è data dalla presenza dell’idrossido di ammonio. I benefici del Balsamo di Tigre sono legati alla tradizione cinese, ma da un centinaio di anni le sue proprietà analgesiche sono conosciute in tutto il mondo perché è molto efficace nell’alleviare tutti i tipi di dolore. 


Il balsamo bianco è consigliabile in caso di mal di testa, cervicale, costipazione nasale, mentre il balsamo rosso è maggiormente indicato per contrazioni muscolari, mal di schiena, dolori reumatici e scheletrici. E’ sufficiente applicare questo balsamo con un lieve massaggio. Nel caso di mal di testa massaggiarlo sulle tempie e nel caso di raffreddore e occlusione nasale spalmarlo sulle pareti nasali o metterne una noce su di un fazzoletto.

Gli ambiti di applicazione del balsamo di tigre sono note in tutto il mondo. Il balsamo è anche l’ausilio ideale per massaggi dopo l’attività sportiva e il lavoro corporeo e in caso di dolori muscolari. Il balsamo di tigre stimola l’irrorazione sanguigna cutanea. In combinazione a un massaggio, rilassa la pelle, i muscoli e le articolazioni. 


Il balsamo della tigre può essere usato nei seguenti casi:
– dolore muscolare e articolare;
– emicranie e mal di testa di intensità da lieve a moderata;
– punture di zanzara: per alleviare il prurito;
– tosse: per pulire le vie aeree, applicate sul petto e sulla schiena;
– raffreddori
– mal di stomaco 

SanremoBio



SanremoBio