Miele di Manuka Mgo™

Dalle foreste incontaminate dell'Australia e della Nuova Zelanda

Il miele di Manuka è un alimento ottenuto dai fiori del Leptospermum, meglio noto come “Manuka”.

“La richiesta per il miele di Manuka MGO™ come soluzione naturale per la salute è cresciuta rapidamente in tutto il mondo da quando gli antibiotici hanno incominciato ad essere meno efficaci. Anche a Sanremo, negli ultimi anni, la richiesta è fortemente cresciuta. E’ un prodotto assolutamente innovativo e potente adatto sia per i bimbi che per anziani o adulti debilitati”. 

Il miele di Manuka è un alimento ottenuto dai fiori del Leptospermum, meglio noto come “Manuka”. Originario della Nuova Zelanda, il Manuka si presenta come una pianta selvatica che varia dai 2 ai 5 metri di altezza. Questo arbusto ha una capacità di accrescimento tale da svilupparsi rapidamente fino a colonizzare vaste aree ricoprendo di fiori bianchi i versanti delle montagne e delle valli per un lasso di tempo pari a circa quattro settimane durante il periodo estivo, momento nel quale le api sono particolarmente occupate nell’estrazione del nettare. 

I primi a scoprire gli effetti benefici del miele di Manuka furono le popolazioni Maori che non lo utilizzavano esclusivamente come alimento, bensì se ne servivano come rimedio naturale per la cura di ferite o come analgesico contro i dolori provocati da bruciature e ulcere. 

Benefici e proprietà del miele di Manuka

Il miele di Manuka possiede notevoli proprietà benefiche con dichiarate qualità antibatteriche. Una delle caratteristiche più significative che distingue il miele di Manuka da tuutti gli altri mieli è la presenza di un agente antibatterico che conferisce a tale prodotto un’elevata percentuale di Metilgliossale o anche MGO(MethylGlyOxal), un principio attivo naturale che sta alla base dell’attività antibiotica, il quale favorisce l’eliminazione dei batteri presenti nell’organismo.

Nel 2006, gli studi condotti dal professor Thomas Henle, capo di Chimica Alimentare dell’Università di Dresda, hanno dimostrato come il Metilgliossale sia il diretto responsabile dell’attività antibatterica del miele di Manuka, conferendogli la facoltà di uccidere tutti i tipi di batteri, compresi quelli resistenti agli antibiotici. Tale risultato potrebbe fornire una svolta in ambito farmaceutico dal momento che un numero sempre più elevato di virus e batteri manifesta un’elevata resistenza agli antibiotici.

Il miele di Manuka può dunque essere un ottimo rimedio naturale per risolvere problematiche derivate da patologie di carattere intestinale, come ad esempio ulcera, reflusso gastroesofageo, bruciore di stomaco, colite, squilibri intestinali. Esso è in grado di bilanciare il sistema digestivo, curare lo stomaco e ristabilizzare la flora intestinale. Questo miele benefico può essere utilizzato anche per contrastare comuni infezioni respiratorie come raffreddore, tosse, influenza e mal di gola grazie alle sue proprietà immunomodulanti che aiutano a regolare e rafforzare le difese immunitarie. Data l’importante presenza al suo interno di minerali come calcio, zinco e fosforo, l’assunzione di miele di Manuka permette di rafforzare anche la salute e la struttura dei denti. È stato inoltre dimostrato da alcuni studi approfonditi, che questo alimento riduce notevolmente la placca, la carie e le gengiviti (compresi tutti i fastidi ad esse legati).

Il miele di Manuka è un prodotto estremamente efficace anche per uso topico, in quanto si dimostra in grado di accelerare il processo cicatriziale ed antinfiammatorio. Per questo esso risulta utile per il trattamento di lacerazioni e ferite, nonché per la cura di scottature, irritazioni, psoriasi, acne, eczemi e lievi ferite, ma anche nel trattamento di problemi cutanei più superficiali come graffi, lividi, abrasioni e tagli. Date le sue innumerevoli proprietà, il miele di Manuka si è dimostrato essere molto più efficace di un antistaminico generico nell’alleviare i disturbi legati alle allergie di stagione. Alcuni istituti americani hanno condotto degli esperimenti su un campione di persone e il risultato è stato davvero sensazionale: il miele di Manuka ha superato di gran lunga le aspettative.

Questo alimento migliora notevolmente il sonno, permettendo un riposo profondo e sereno. Ciò è dovuto al fatto che questo tipo di miele rilascia lentamente il glicogeno necessario per le funzioni corporee essenziali che si espletano durante il sonno. Si consiglia, a tal proposito, di aggiungere un cucchiaino di miele al latte prima di andare a dormire, per aiutare il corpo a rilasciare melatonina nel cervello, indispensabile quest’ultima per godere di un sonno profondo e riposante. Inoltre, come già accennato in precedenza, il miele di Manuka può essere destinato anche ad un uso topico, per curare inestetismi, infiammazioni e infezioni della pelle, ma anche per preparare vere e proprie maschere di bellezza. Gli esperti consigliano infatti di aggiungerne una piccola quantità allo shampoo e al sapone per il viso, per disinfettare a fondo e per contrastare l’azione dei radicali liberi. Le sue doti illuminanti ed esfolianti, infine, donano alla cute lucentezza e vigore. 

Che cosa rende il miele di Manuka un rimedio così speciale?

Il Methylglyoxal è un componente che si forma naturalmente nel nettare del fiore di manuka pronto per essere raccolto dalle api. Nel miele di manuka il Methylglyoxal rimane stabile al calore e alla luce ed è resistente all’attività enzimatica nei fluidi corporei. L’attività antibatterica degli altri mieli deriva dalla formazione del perossidi di idrogeno e svanisce velocemente quando è soggetta alle condizioni dove invece il Methylglyoxal rimane stabile. 

Quali sono i valori nutrizionali del miele di Manuka

Il miele di Manuka è composto per il 75% da zuccheri semplici, in particolare da fruttosio. In 100 gr di miele sono contenute circa 300 kcal; è ricco di sali minerali come rame, ferro, manganese e iodio. Nella sua composizione sono presenti numerose vitamine del gruppo B, vitamine A, C, E e K. Il miele di Manuka contiene inoltre sostanze battericide ed antibatteriche, come germicidina ed acido formico. 

A che cosa può essere associato il miele di Manuka?

1- Associato all’aloe vera è utile per la pelle, per le ferite e la cattiva digestione. L’aloe aumenta l’azione del miele di Manuka           sulla riparazione dei tessuti.
2- Associato al Tè verde è utile per un’azione antiossidante, per prevenire e limitare gli effetti dell’invecchiamento cutaneo.
3- Associato all’alga spirulina, ricca di nutrienti e vitamine è utile per il sistema immunitario. 

Quali disturbi è possibile curare con il miele di Manuka?

 Candida: il miele di Manuka ad uso topico    può aiutare la guarigione dall’infezione, anche se è bene non sottovalutare mai      questo tipo di infezioni e chiedere anche il parere di un medico.

Ferite: il miele di Manuka agisce come coadiuvante nella guarigione delle ferite, mantenendo la zona sana e protetta dalle        infezioni.

Acne: grazie alle sue proprietà antibatteriche il miele di Manuka può essere utilizzato per uso topico, come crema per                contrastare gli inestetismi delle pelli acneiche e grasse.

Gastriti e reflusso: assunto regolarmente e senza esagerare può apportare benefici a chi soffre di ulcera e reflusso acido.

Ustioni: non accelera la guarigione delle ustioni ma agisce in contemporanea con le normali medicazioni, aiutando la                guarigione, senza effetti collaterali. 

Dosaggio

Per quanto concerne il dosaggio, si consiglia di assumere 1 cucchiaino di miele puro circa mezz’ora prima del pasto, fino ad un massimo di 3 volte al giorno.

Il miele di Manuka ai bambini

Il miele di Manuka è una sostanza davvero benefica per l’organismo umano, quindi è opportuno dare anche ai bambini la possibilità di trarre giovamento dal suo consumo. È utile ricordare che gli infanti al di sotto di due anni di età non possono ingerire sostanze zuccherine e in generale devono mangiare cibo scondito. I bambini, soprattutto fino a quando non sviluppano difese immunitarie ben solide (intorno ai 5-6 anni), ancor di più se frequentano asili e scuole, tendono a contrarre spesso mal di gola, tosse e diversi fastidi di tipo virale o batterico. Solitamente i genitori sono un po’ restii a somministrare farmaci ai loro figli e tendono a cercare rimedi alternativi, che non abbiano grossi effetti collaterali. Il miele di Manuka assolve pienamente a tali funzioni, con un dosaggio massimo di 3 cucchiaini al giorno, da assumere mezz’ora prima dei pasti, dato che a stomaco vuoto agisce in maniera più efficace. In ogni caso, nonostante questo alimento sia sicuro per i bambini, è sempre consigliabile consultare il pediatra, almeno in vista della prima assunzione. 

Il sistema di Certificazione del miele di Manuka MGO™

La Manuka Health ha introdotto un nuovo marchio (MGO™ Manuka Honey) e misura il contenuto di Methylglyoxal basato sugli standard sviluppati dall’Università di Dresda.

Sanremobio

SanremoBio